Ambulatorio Veterinario Dr. Alberto Brandi
 Home  |  Chi siamo  |  domande frequenti  |  domande frequenti 2  |  Prestazioni  |  Utilities  |  Contatti 
       
 domande frequenti
domande frequenti >> LE ZECCHE

 

Zecche
Spesso sono troppo piccole per essere visibili ma sono in grado di attaccarsi all’animale e di nutrirsi del suo sangue fino a riempirsi. Prosperano in ambienti con umidità elevata e temperature moderate, ma possono essere trovate ovunque. Le zecche possono trasportare e trasmettere malattie, tra cui la malattia di Lyme, che possono causare gravi problemi di salute agli animali e alle persone.

 

ciclo di vita della zecca

Il ciclo vitale di una zecca può variare da alcuni mesi a molti anni in base alla specie dell’insetto e alle condizioni ambientali. L’evoluzione di ciascuno stadio vitale richiede che avvenga un pasto di sangue. Alcune specie possono sopravvivere per anni senza nutrirsi.



* Fonte: F. Beugnet, Guida alle principali Malattie Trasmesse da Vettori nel cane

LE UOVA
Le zecche femmina depongono le uova in aree nascoste con vegetazione folta e alta svariati centimetri. Le femmine adulte di alcune specie depongono circa 100 uova alla volta, altre da 3000 a 6000 per schiusa. Indipendentemente dalla specie, le uova di zecca schiudono in due settimane circa.

LE LARVE
Dopo la schiusa, le larve si spostano nell’erba e vanno alla ricerca del loro primo pasto di sangue. Se incontrano una persona o un cane o gatto, vi salgono in ricerca di una zona cutanea in cui nutrirsi. Successivamente possono anche abbandonare l’ospite e tornare nell’ambiente.


LE NINFE
Dopo aver compiuto il loro primo pasto di sangue, le larve evolvono in ninfe e iniziano la ricerca di un altro ospite. Le ninfe sono di piccole dimensioni e spesso non vengono identificate, rendendo maggiore il rischio di trasmissione di malattie.

GLI ADULTI
Dopo aver compiuto il pasto di sangue, la ninfa matura e diviene un insetto adulto. Le femmine adulte si nutrono sull’ospite per 8-12 giorni. In alcuni casi, durante i pasti aumentano fino a 100 volte il loro peso originale. Sempre sull’ospite, la femmina si accoppia, poi cade a terra e depone le uova in un posto appartato, dando vita a un nuovo ciclo vitale.

 



* Fonte: McCall et al, The Journal of Applied research in Veterinary Medicine, vol. 2, n° 1

I segni di una possibile infestazione da zecche nel cane e nel gatto sono i seguenti:
• Febbre
• Zoppia
• Perdita dell’appetito
• Tosse
• Improvvisa comparsa di dolore ad un arto o in altre sedi del corpo
• Artrite o tumefazione articolare
• Letargia o depressione

Se si sospetta che il proprio animale sia stato morso da una zecca, occorre contattare immediatamente il veterinario per programmare una visita e un esame del sangue. Quando si asporta una zecca, è utile conservarla in un contenitore affinché il veterinario possa esaminarla per determinarne la specie. Rimuovere le zecche con le pinzette, mai con le mani.

Le zecche possono causare all’animale le seguenti affezioni:

Malattia di Lyme
Infezione batterica che colpisce sia il cane sia l’uomo, la malattia di Lyme è trasmessa dalla zecca Ixodes Ricinus. I segni clinici includono zoppia, perdita di appetito, affaticamento e aumento di volume dei linfonodi. In molti casi la malattia di Lyme può essere trattata con gli antibiotici.

*Merial microscopia elettronica-LLG

 

Babesiosi
I sintomi acuti possono essere costituiti da febbre, perdita di appetito e deterioramento delle condizioni generali. Possono verificarsi shock, coma o morte dopo meno di un giorno di letargia, soprattutto nei cuccioli di 4-12 settimane d’età. L’infezione è sensibile a numerose terapie, se affrontata in tempo; nelle fasi più tardive di malattia può essere necessaria una trasfusione ematica.

 

Ehrlichiosi
E’ una malattia infettiva del sangue che colpisce i globuli bianchi, danneggiando il sistema immunitario. I sintomi includono febbre, depressione, dimagrimento e perdita di appetito. E’ trattabile con gli antibiotici.

*Dott. J.P. Beauflis-Sommieres

 

Febbre bottonosa delle Montagne Rocciose
Trasmessa dalla zecca Rickettsia rickettsii. I sintomi includono febbre, perdita di appetito, tosse, zoppia, depressione, vomito e diarrea. Se non trattata può causare sintomi più acuti e anche la morte.

*Centers for Disease Control

 

Cytauxzoonosi
Malattia acuta, in genere fatale, del gatto. I sintomi includono perdita dell’appetito e depressione, seguiti da febbre per uno-tre giorni. La morte può avvenire dopo altrettanti giorni.


Se si ritiene che l’animale presenti uno di questi problemi, occorre consultare il veterinario.

Prevenzione
Solo una corretta e mensile applicazione di un acaricida di rapido effetto e di lunga durata consente la migliore protezione antiparassitaria.
Inoltre si possono prevenire le infestazioni da zecche nei seguenti modi:

Cura del giardino
E’ possibile eliminare dal proprio giardino l’habitat delle zecche tagliando regolarmente l’erba, rimuovendo la lettiera di terriccio e foglie e potando i cespugli.
Evitare l’erba alta e il sottobosco – Tenere il proprio animale lontano da questi “vivai” di zecche.
Esaminare l’animale – Verificare quotidianamente la presenza di zecche sul cane e sul gatto. Benché le zecche preferiscano la testa, il collo e le zampe dell’animale, è consigliabile esaminarne tutto il corpo.


 


 Ambulatorio Veterinario Dr. Alberto Brandi - P.IVA 01823500515 - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 26/09/2017