Ambulatorio Veterinario Dr. Alberto Brandi
 Home  |  Chi siamo  |  domande frequenti  |  domande frequenti 2  |  Prestazioni  |  Utilities  |  Contatti 
       
 domande frequenti
domande frequenti >> PARASSITI INTESTINALI

 

 

 

 

Parassiti intestinali.

Gli ELMINTI (=vermi) I parassiti dei piccoli animali appartengono a circa 20 specie diverse. Sono molto diverse anche le vie di contagio: i cani e i gatti possono venire infettati mediante: il terreno contaminato dalle feci dei loro consimili, da insetti (pulci, zanzare), da visceri di animali malati (fegato, polmoni). I cuccioli possono contrarre l'infezione dalla madre durante la gravidanza o con l'allattamento. Ecco i più frequenti elminti parassiti.

ASCARIDI

Sono i vermi più frequenti nei cuccioli, bianchi, rotondi come spaghetti, lunghi 10 - 20 cm, con le estremità più sottili della parte centrale. Esistono diverse specie di ascaridi.

CICLO VITALE

I vermi adulti vivono nell'intestino di cani e gatti cuccioli di meno di 30 giorni dove si accoppiano e depongono le uova. Queste vengono esplulse con le feci e si distribuiscono sul terreno. Se un cane si trova su terreno infetto le uova aderiscono al pelo e quando il cane o il gatto si leccano ingeriscono le uova. Giunte nell'intestino le uova schiudono, dando origine a una larva che attraversa la parete intestinale e viene trasportata dal sangue fino nel polmone. Nei cuccioli causa una broncbite, la larva viene deglutita con il catarro e ritorna nell'intestino dove si trasforma in adulto. Nei cani e gatti adulti invece di tornare all'intestino migra dal polmone in tutto l'organismo: muscoli, reni, cervello, fegato. In questi organi la larva vive per diversi anni. Nelle cagne al termine della gravidanza la larva giunge fino nei feti. Nascono così cuccioli già infetti. Quindi solo i cani e gatti cuccioli possono diffondere nel terreno con le feci le uova degli ascaridi.

CHE COSA CAUSANO ?

Gli ascaridi sono dannosi o mortali soprattutto per i cuccioli perchè occludono l'intestino, danneggiano o lacerano la parete intestinale. Sia nei cuccioli che negli adulti le larve provocano lesioni di fegato e altri organi durante le migrazioni, se invadono il cervello possono causare crisi epilettiche.

PERICOLI PER L'UOMO.

Accarezzando o giocando con i cuccioli di meno di 30 giorni, ma soprattutto toccando il terreno infetto (giardinaggio, orticultura, parchi pubblici) le uova degli ascaridi aderiscono alle mani dell'uomo e se vengono ingerite danno origine a larve che migrano in tutto l'organismo. Si possono poi incistare in vari organi: cervello, polmone, cuore e occhio dove deterninano infiammazione e la formazione di un granuloma = sindrome "larva migrans visceralis".

COME SI PREVIENE E SI CURA?

Naturalmente le normali norme igeniche: lavarsi le mani dopo aver toccato il terreno o giocato con cuccioli non curati limita la possibilità di pericoli per l'uomo. Esistono diversi prodotti molto efficaci per la eliminazione di larve e adulti. Normalmente si consiglia di effettuare trattamento alle cagne gravide e ai cuccioli di 3 settimane. E' indicato poi trattare i canili con disinfettanti: acqua bollente, candeggina, fenoli.

COME SI RICONOSCE?

La diagnosi si basa sul reperimento delle uova nelle feci mediante l'esame microscopico o sul riscontro dei vermi adulti nelle feci o nel vomito di cucciolI

 

 (uovo di ascaride)

 

                    ANCHILOSTOMI

 

 (ancilostoma al miscroscopio elettronico)

 

 

 

                        

Sono vermi rotondi di 1,5 cm di lunghezza che vivono nell''intestino del cane e del gatto.

CICLO VITALE

Gli adulti vivono nell'intestino dove si accoppiano e producono uova (una femmina può deporre 20.000 uova al giorno per 3 anni!), Le uova sono espulse con le feci sul terreno dove in circa 7 giorni schiudono e originano la larva. Le larve possono sopravvivere nel terreno alcuni mesi in estate. Le larve perforano la pelle delle zampe e penetrano così nel'organismo degli animali. Così penetrate le larve si muovono nell'organismo migrando nei vari organi: fegato, reni, polmoni, milza, feti. In questi organi poi possono incistarsi. Le larve dei polmoni passano nel catarro e da qui nell'intestino dove si trasformano in adulti e continuano il ciclo. Questi vermi possono essere trasmessi dalla cagna ai cuccioli durante la gravidanza e con la lattazione.

COSA CAUSA ?

I vermi adulti succhiano il sangue del loro ospite causando quindi anemia e diarrea con sangue. Le larve con le loro migrazioni possono causare molti disturbi: polmonite, dimagramento dermatite cronica.

COME SI RICONOSCE ?

Si evidenziano le uova con l'esame microscopico delle feci.

PERICOLI PER L'UOMO.

Occasionalmente le larve possono migrare anche attraverso la cute umana.

COME SI PREVIENE E SI CURA?

Sono disponibili numerosi tipi di farmaci specifici per eliminare i parassiti adulti dall'intestino del cane. Si consiglia inoltre la disinfezione dei canili con SODIO BORATO alla dose di 500 GRAMMI PER METRO QUADRO.


TENIE

 

Sono vermi piatti come tagliatelle, vivono nell'intestino dove si cibano di materiale alimentare. Esistono molte specie di tenie. Si chiamano anche verme solitario perchè è ermafrodita cioè ogni individuo è sia maschio che femmina.

CICLO VITALE (Dipylidium caninum)

I vermi adulti vivono nell'intestino dei carnivori dove eliminano parti del loro corpo piene di uova dette proglottidi. Le proglottidi escono all'esterno del retto con movimenti autonomi o con le feci. Nel terreno le proglottidi lasciano uscire le uova che devono essere ingerite dalla pulce detta: "ospite intermedio specifico". Il cane e il gatto si infestano mangiando la pulce malata. Esistono molti tipi di tenie che utilizzano al posto della pulce altri animali come ospiti intermedi causando la formazione di cisti nei visceri di questi animali. Ecco uno schema delle varie tenie con i loro ospiti intermedi:

TENIE PRESENTI NELL'INTESTINO DEL CANE

LA TENIA                E' LUNGA        LE LARVE SI  TROVANO NEL      

    

 

   Dipylidium           30 cm           corpo della pulce

 

 

   Hydatigena           5 metri         fegato del maiale e pecora

 

 

   Pisiformis           1 metro         fegato di lepre e coniglio

 

 

   Multiceps                            cervello di pecora

 

 

   Dyphillobotrium      2 - 9 metri     muscoli di pesci

 

 

   Echinococco          3 millimetri    fegato e polmoni di pecora e uomo

TENIE PRESENTI NELL'INTESTINO DEL GATTO

   Crassicollis         30 cm           fegato di topi

 

   Dipylidium           30 cm           corpo della pulce

COME SI PREVIENE E SI CURA ?

Esistono alcuni prodotti molto validi per uccidere i vermi adulti presenti nell'intestino. E' però indispensabile eliminare anche gli ospiti intermedi:

  1. alimentare i cani e i gatti con cibi controllati evitando di alimentare i cani con visceri di conigli, lepri, erbivori non controllati da veterinari.
  2. lotta costante contro le pulci.

PERICOLI PER L'UOMO.

L'uomo si comporta come ospite intermedio per alcuni tipi di tenia: echinococco, multiceps, hydatigena.

DIAGNOSI

Si notano attorno all'ano o nelle feci fresche piccoli pezzetti bianchi, le proglottidi, che si contraggono lentamente. Inoltre si possono evidenziare le uova con l'esame microscopico delle feci.


TRICHIURIDI

Il Trichiuris vulpis, lungo 4 - 7 cm è un verme che vive nell' ultima parte dell' intestino del cane con la parte anteriore, sottilissima, infissa nella mucosa intestinale.

CICLO VITALE

Gli adulti vivono nell'intestino dove si accoppiano. Le femmine depongono migliaia di uova che vengono espulse con le feci. Le uova maturano nel terreno per 3 settimane e danno origine alle larve che perforano la cute del cane e migrano fino all'intestino o vengono ingerite. Dopo 3 mesi le larve si trasformano adulti che vivono anche 16 mesi cibandosi del materiale in transito nell'intestino.

DISTURBI

I Trichiuridi causano dimagramento, diarrea anche emorragica, anemia.

COME SI PREVIENE E SI CURA ?

Esistono molti farmaci efficaci per eliminare i vermi adulti presenti nell'intestino.


QUALI SONO I VERMI INTESTINALI PIU' FREQUENTI?

  • ASCARIDI, sono più frequenti nei cuccioli, sono rotondi, lunghi 10 - 20 cm
  • ANCHILOSTOMI,frequenti in cani e gatti, sono rotondi, lunghi 1,5 cm
  • TRICHIURIDI, frequente nel cane (raro nel gatto), sono rotondi, lunghi 4 -7 cm, conestremità sottile
  • TENIE,frequenti in cani e gatti, sono piatti, segmentati, con ospiti intermedi

NORME IGENICHE

  • Lavarsi le mani dopo aver giocato con i cani soprattutto cuccioli e prima di mangiare.
  • Munirsi degli appositi sacchetti e raccogliere e gettare nei contenitori per rifiuti le feci del nostro cane, soprattutto a passeggio in città o nei parchi pubblici.
  • Curare la pulizia dei canili e distruggere le feci.
  • Non somministrare interiora di animali non controllate dal Servizio di Veterinaria Pubblica, soprattutto lepri, conigli, ovini.

ESAMI E TRATTAMENTI

  • Eseguire almeno 3 volte l'anno esami parassitologici delle feci e i trattamenti prescritti.
  • Eseguire i trattamenti parassitari prescritti alla femmina prima del parto e ai cuccioli.
  • Perseguitare le pulci con insetticidi e collari trattando anche l'ambiente (vedi scheda apposita)
  • Seguire attentamente le prescrizioni per quanto attiene ai dosaggi dei vermifughi

 


 Ambulatorio Veterinario Dr. Alberto Brandi - P.IVA 01823500515 - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 27/04/2017